Come fare per


ACCETTAZIONE EREDITA' CON BENEFICIO DI INVENTARIO

A chi rivolgersi

Ufficio Successioni - Atti Notori - Asseverazioni

Ubicazione: Via Govone n. 9, Asti
Orario al pubblico:

Tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 12:00, con prosecuzione fino alle ore 13:00 unicamente per il deposito degli atti in scadenza;

Il sabato solo per atti in scadenza.

Per atti di Rinuncia eredità e Accettazione eredità con beneficio d'inventario solo Martedì e Giovedì dalle ore 09:00 alle ore 12:00. 

Personale Amministrativo:

I dati sono visualizzati nel seguente ordine: incarico, qualifica comprensiva della fascia economica, nominativo

  • Dott.ssa Silvana Calabrese (Funzionario Giudiziario)
    Incarico: Responsabile

COS'E'

E’ una particolare forma di accettazione di eredità che, a differenza di quella pura e semplice, deve essere fatta con un atto formale.

Tale accettazione consente la distinzione fra il patrimonio del defunto e quello dell’erede, con l’effetto che l’erede risponde dei debiti ereditari non oltre quanto ricevuto in eredità.

L’accettazione con beneficio di inventario è obbligatoria quando eredi siano minori, interdetti, inabilitati, persone sottoposte ad amministrazione di sostegno (con preventiva autorizzazione del Giudice Tutelare competente) o persone giuridiche.                                            

L’erede che accetta con beneficio di inventario non può alienare, sottoporre a pegno o a ipoteca beni ereditari senza l’autorizzazione del Tribunale a pena di decadenza dal beneficio.


NORMATIVA

Artt. 484 e ss. c.c.


DOVE

Presso la cancelleria successioni del Tribunale del luogo in cui si è aperta la successione (ultimo domicilio del defunto) o da un notaio su tutto il territorio dello Stato.


TERMINI

Se si è in possesso dei beni ereditari: tre mesi dal decesso.

Sempre nei tre mesi il chiamato deve procedere (tramite notaio) ad effettuare l’inventario.

Se l’inventario non è compiuto nei tre mesi (salvo proroga concessa dal Giudice), l’erede decade dal beneficio e viene considerato erede puro e semplice.                                                                                                          

Se non si è in possesso dei beni ereditari: 10 anni dal decesso


CHI PUO' FARLA

Gli eredi maggiorenni e capaci di effettuare una dichiarazione di volontà;      

i genitori per conto dei figli minori e colui che è stato nominato per rappresentarli per conto degli incapaci (con preventiva autorizzazione del Giudice Tutelare competente)


COME

Previo appuntamento da richiedere alla cancelleria successioni aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00, 2° piano stanza n. 59.                

L’appuntamento può essere richiesto anche telefonicamente allo 0141/388581 dalle ore 09.00 alle ore 12.00.


COSA OCCORRE

Il giorno fissato, ogni accettante deve comparire personalmente munito di valido documento d’identità, codice fiscale, nonché fotocopia degli stessi. Dichiarazione sostitutiva del certificato di morte (vedi modulo) unica per ogni atto.                                                                                                           

Codice fiscale del defunto (basta anche una fotocopia).                            

Copia autentica della pubblicazione del testamento (se esistente).               

Per gli incapaci copia conforme dell’autorizzazione del Giudice Tutelare se di sede diversa da Asti. Se l’autorizzazione è del G.T. di Asti basta una copia libera.                                                                                                        

Codice fiscale dell’incapace.


COSTI

2 marche da bollo da € 16,00.                                                                            

1 marca da bollo da € 11,54.                                                                              

€ 294,00 per la trascrizione dell’atto.                                                             

Il versamento va effettuato il giorno dell’atto c/o la banca mediante mod. F 23 compilato con i codici che l’ufficio fornirà il giorno stesso. La ricevuta dovrà essere consegnata immediatamente all’ufficio successioni per l’inoltro all’Agenzia del Territorio competente per la trascrizione.

Il giorno stesso si possono richiedere copie libere o conformi dell’atto.